Con decreto depositato in data 6 Maggio 2016, il Giudice Tutelare del Tribunale di Monza ha rigettato il ricorso volto ad ottenere la nomina di un amministratore di sostegno in favore di un anziano affetto da grave demenza, senza familiari e senza alcun bene da amministrare.
Il ricorso era stato presentato dal direttore di una RSA al fine di ottenere la nomina di un amministratore di sostegno avente il compito di prestare il “consenso informato ai mezzi di protezione e tutela nonchè il consenso a generiche cure mediche in quanto il soggetto è affetto da grave demenza e quindi non è in grado di prestare il consenso e non ha familiari di riferimento”.
Il Giudice Tutelare del Tribunale di Monza ha rigettato il ricorso ritenendo non sussistenti i presupposti dal momento che i mezzi di protezione erano stati già prescritti dal medico e che, quindi, potevano essere approntati senza bisogno di ulteriori autorizzazioni.