Una domanda che mi viene sottoposta frequentemente da parte di coloro che vengono nominati amministratori di sostegno riguarda i contenuti del rendiconto.

Capita sovente che un genitore, nominato amministratore del figlio, si trovi a dover rendere conto ad una terza persona, il giudice tutelare, circa attività che fino al giorno prima aveva svolto senza particolari problemi.

Eppure l’obbligo del rendiconto è particolarmente importante perché attraverso la sua corretta redazione si mettono a disposizione del giudice tutte le informazioni essenziali circa le condizioni economiche e di salute del beneficiario.

La previsione a carico dell’amministratore di sostegno dell’obbligo di rendiconto, al pari di quella del giuramento, evidenzia la natura pubblicistica dell’incarico che è sottoposto al potere di controllo dell’organo pubblico.

Infatti, il giudice tutelare può convocare in ogni momento l’amministratore di sostegno per informazioni e chiarimenti anche circa la gestione patrimoniale.

Tale circostanza ha notevole rilievo anche ai fini penali per l’attribuzione all’amministratore della qualifica di pubblico ufficiale, con le conseguenze che ne derivano.

Ma veniamo ai contenuti del rendiconto: la parte centrale ovviamente è costituita dall’indicazione delle entrate e delle uscite verificatesi nel patrimonio del beneficiario nel periodo oggetto di rendicontazione.

Sotto la voce ENTRATE vanno indicate in maniera analitica tutte le somme (che, purtroppo, solitamente, non sono mai molte) percepite dal beneficiario e quindi: pensioni, indennità, eventuali donazioni, contributi pubblici.

Sotto la voce USCITE, bisogna indicare tutte le spese sostenute dal beneficiario, e cioé a titolo, esemplificativo: spese di mantenimento, rette di istituti, ricoveri, affitti ed utenze, spese per eventuale badante, spese straordinarie

Ovviamente dovranno essere conservati i documenti giustificativi di spesa, come ad esempio gli scontrini; le entrate e le spese, inoltre, dovranno trovare riscontro nell’estratto del conto corrente che si dovrà allegare al rendiconto.